I 100 indirizzi Bitcoin Top 100 hanno accumulato $11B in più di BTC negli ultimi 30 giorni

I 100 indirizzi più ricchi di Bitcoin hanno fatto registrare quasi 350.000 BTC in più negli ultimi 30 giorni.

I primi 100 indirizzi Bitcoin più ricchi sono sempre più rialzisti, accumulando il 16% di Bitcoin in più negli ultimi 30 giorni.

In totale questi indirizzi hanno aggiunto 334.000 Bitcoin Trader in più alle loro borse, per un valore di circa 11 miliardi di dollari.

La maggioranza ha a malapena reagito al recente calo dei prezzi dei Bitcoin da 41.000 dollari a meno di 33.000 dollari. Solo sette indirizzi hanno effettuato un trasferimento dal portafoglio dopo l’ultimo massimo di tutti i tempi, il 10 gennaio.

Tra gli indirizzi che hanno effettuato transazioni negli ultimi 30 giorni, solo otto di essi hanno più di dieci transazioni a loro nome dal 12 dicembre.

Forse sorprendentemente, molti degli indirizzi più grandi non hanno ancora visto un’ennesima corsa al rialzo, con otto dei primi dieci che hanno ricevuto la prima transazione dopo il settembre 2018. Il più recente tra i primi 100 ha solo due mesi di vita.

Non sono però tutte balene individuali. Tra gli indirizzi ce ne sono almeno dieci controllati da scambi come Huobi, Binance, Bittrex e Kraken. Il resto si ritiene appartenga a un mix di investitori istituzionali e di ricconi, con la quasi impossibilità di distinguerli. Ciò che è chiaro, però, è che i grandi non sono facilmente influenzati dal prezzo o dal sentimento.

Per entrare nei primi posti della classifica degli indirizzi Bitcoin, si devono detenere più di 336 milioni di dollari in BTC. Per entrare nella top ten sono necessari circa 2,2 miliardi di dollari.

Gli indirizzi all’interno di questa prestigiosa lista hanno spesso attirato l’attenzione per vari motivi, tra cui uno che si ritiene appartenga allo stesso Satoshi Nakamoto.

Il terzo indirizzo più ricco, con una BTC intatta di 94.506 BTC, ha fatto notizia nel settembre 2019, dopo che Glassnode ha riferito che 73.000 della BTC nel portafoglio erano stati trasferiti da Huobi. Si presumeva che fosse l’indirizzo non di scambio più ricco.

Secondo BitInfoCharts, 64 dei primi 100 non hanno mai visto un solo satoshi trasferito.

Questi indirizzi, che attualmente controllano più di 2,5 milioni e mezzo di BTC (13,5% dell’offerta in circolazione) per un valore di quasi 85 miliardi di dollari, comprendono 15 indirizzi dormienti. Undici hanno più di nove anni. Anche se nessuno può provare che i 300.000 BTC detenuti da questi indirizzi siano andati perduti, la maggior parte di essi lo suppone.